Progetto “Missione pesci fuor d’acqua”

Una ricerca svolta dai Servizi Sociali del Comune di Nettuno ha fatto emergere un incremento tra il 2008 e il 2009 della dispersione scolastica, che comporta un rallentamento o un’interruzione delle attività scolastiche dei ragazzi prima del completamento della scuola dell’obbligo.

In generale abbandono e dispersione scolastica possono essere considerati conseguenze di un disagio.

Numerose ricerche dimostrano che le cause possono essere rintracciate in un insieme di fattori combinati tra loro e reciprocamente interdipendenti: fattori socioeconomici e socioculturali, relativi all’istituzione scolastica, legati alle dinamiche familiari e alle caratteristiche individuali del ragazzo.

Per questo nasce il progetto denominato “Missione pesci fuor d’acqua” presentato da La Coccinella e relativo ad interventi di contrasto al fenomeno dell’inadempienza e della discontinuità della frequenza scolastica.

Missione pesci fuor d’acqua è stato sviluppato durante l’anno scolastico 2010-2011.

I suoi obiettivi e attività hanno abbracciato più aspetti del disagio legato al fenomeno della dispersione scolastica:

Sono state realizzate indagini conoscitive del fenomeno attraverso test di valutazione somministrati agli alunni.

E’ stato sviluppato un modulo formativo per gli insegnanti, chiamato “Insegnanti efficaci”. Gli apprendimenti acquisiti nel corso di formazione sono poi stati sperimentati all’interno delle classi dagli insegnanti stessi con il supporto degli psicologi, utilizzando il metodo del “circle time”.

“Missione pesci fuor d’acqua” ha inoltre realizzato 4 incontri, rivolti ai genitori degli alunni, al fine di promuovere momenti di confronto per esplorare e comprendere il proprio modo di essere genitori, vivere questa esperienza con maggiore consapevolezza e migliorare la relazione e la comunicazione tra genitori e figli.